Scrittura articoli blog:

come si compone un articolo per un blog ben fatto?

Sulla scrittura di articoli per il web se ne dicono tante: utilizzare la parola chiave, usare la SEO. Tutte cose vere, per carità, ma che spesso vengono talmente enfatizzate che si può cadere nell’errore opposto, cioè esagerare e questo  non è mai un bene.

Cerchiamo di capire che cosa non fare per la scrittura di articoli per blog.

Evitare l’uso indiscriminato della keyword

Molti sono quelli che pensano che infarcire un articolo con la parola chiave sia una buona cosa. Non è così. Le keyword vanno usate con intelligenza: un utente che arriva sulla pagina e vede un articolo dove è ripetuta all’infinito una parola, che rende pesante la lettura, magari in un articolo con pochi contenuti, va via subito. Non è il modo migliore per portare traffico sulle pagine.

Usare Google Analytics

Questo utilissimo strumento di Google  ti farà conoscere quali sono le parole che hanno portato gli utenti sul tuo sito e quali sono le parole più ricercate in rete. E’ possibile anche sapere per quanto tempo gli utenti si sono soffermati sulle tue pagine e renderti conto così quanto siano interessanti i contenuti che hai proposto.

Google analytics

Utilizzare i risultati di Google Analytics

I risultati delle ricerca ti darà l’input per scrivere di ciò che i navigatori della rete cercano e aiutare a trovare argomenti che ti portino traffico.

Usare con intelligenza la SEO

  • Accertarsi che il Title Tag contenga delle parole chiave rilevanti: è una sezione del blog importante, per il ritrovamento nelle pagine dei motori di ricerca
  • Il titolo deve essere complementare all’argomento sempre messo in H1: avrà maggior peso.
  • I contenuti vanno ottimizzati, ma con parsimonia. Un articolo con un buon contenuto certamente ha un valore maggiore rispetto ad un lavoro infarcito di parole chiave. Un blog informa, è utile e di conseguenza deve essere di facile lettura, scorrevole. Le keyword vanno utilizzate in questo senso, a completare i contenuti non a renderli cacofonici
  • Dividere l’articolo in paragrafi: è più leggibile e raccoglie interesse
  • Usare H2 per i titoli dei paragrafi e, se possibile, H3 per incisi ad effetto
  • Non dimenticare mai le immagini, parte essenziale di un blog: l’estetica vuole la sua parte e i sensi visivi sono i primi ad essere impegnati nella visita ad un blog o sito.
  • L’argomento deve essere chiaro da subito: l’attenzione del lettore va catturata immediatamente: se deve andare alla ricerca dei contenuti che si aspettava di trovare finirà per stufarsi e cambiare pagina.

Queste alcune accortezze per scrivere un buon articolo per blog. Ma non sempre questo basta a far aumentare l’utenza sulle pagine: improvvisarsi blogger non è semplice, e lo è ancora meno mantenere il successo di un blog. Si, perché può anche capitare che arrivi un’ondata di visitatori sul blog, ma non è detto che vi ritornino; allora un consiglio da chi è esperto della materia potrebbe essere utile; potrebbe risolvere l’enigma e far volare il vostro blog, magari correggendo qualche piccolo errore che si è commesso e di cui non ci si è resi conto. Io dico che, se si vuole una visibilità costante e duratura nel tempo, vale la pena chiedere un poco di aiuto.

 

Richiedi un preventivo GRATUITO

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close