SEM, acronimo di Search Engine Marketing, raccoglie tutti i processi del marketing volti ad analizzare, valorizzare e rendere appetibile un marchio per i motori di ricerca: una sorta di pubblicità specializzata, rivolta solo per il web.

Spesso si identifica il termine SEM con una campagna ben specifica che sponsorizza questo o quel sito, specie quella indicata con  “Keyword Advertising”, vale a dire usare parole chiave per link sponsorizzati su Google, ma a pagamento. Un modo come un altro per essere sempre sulle prime pagine del motore di ricerca. Sembra facile, ma in effetti non lo è. Perché la campagna abbia effetto, è necessario fare un’analisi accurata delle parole più ricercate in rete, e in base a ciò ideare i link da immettere. L’attività del SEM è una vera e propria campagna pubblicitaria e consiste proprio in questo: l’intervento di un esperto è fondamentale per non dire indispensabile.

Ma il SEM non è solo questo, o per dirla meglio per arrivare a questo, si passa attraverso molte altre abilità del Marketing, che non sono certamente una cosa da poco.

Il SEM è un concentrato di:

SEO

Keyword Advertising

Display Advertising (Contextual)

Search Intelligence

Le funzioni di Search Intelligence, sono quelle di reperire tutte le informazioni possibili su quali sono i comportamenti dei frequentatori della rete: Informazioni che sono vitali poiché l’intera popolazione mondiale si rivolge ad internet per le più disparate attività, e l’analisi di queste ricerche hanno un valore statistico molto preciso: danno precisamente il termometro degli interessi degli utenti.

SEMSEM: utilità

SEM: qual è l’utilità? Da quello che abbiamo detto è ovvio che la grande utilità di questa attività risiede nel fatto che si riesca a rivolgersi praticamente ad un’utenza  senza limiti, un’utenza che ha già richiesto una soluzione ai propri bisogni, e i professionisti del SEM l’hanno intercettato, riuscendo così a dare la risposta, conquistando clientela.

E’ l’attività con la quale si raggiungono utenti di “nicchia”, vale a dire interessati a quella cosa in particolare, e vengono recuperati dai siti ottimizzati con la SEO, e in più dall’intera rete attraverso tutte le attività che sono messe in essere per valorizzare un marchio, un nome, un prodotto. Inoltre non bisogna dimenticare, un’altra importante funzione che è quella di tenere sotto controllo i “rivali”, in marketing di questo o quel brand, potendo così contrastarne la concorrenza.

Non si limita, ovviamente solo a questo: il marchio, il nome va tutelato, sì, ma va anche incrementato con l’uso di Keyword adatte da usare sui motori di ricerca. Il SEM, oltre a mettere in opera strategie per la valorizzazione sui motori di ricerca, oltre al controllo delle competitività, oltre alle tecniche di reperibilità in rete, valuta anche quanto tutto il lavoro svolto dia un ritorno in termini economici, di immagine, di notorietà , attraverso dei veri e propri mezzi di analisi.

SEM: chi lo attua?

Il professionista che attua  Search Engine Marketing è detto SEM Specialist, le sue principali occupazioni sono :

– individuare quali fattori nella rete possano portare effetti benefici ai siti;

-creare campagne pubblicitarie idonee e gestirle online;

-incrementare il traffico su determinati siti;

-valutare quale sia il ritorno economico e/o di immagine per il sito.

Quelle indicate sono le principali attività che danno valore ad un sito, un e-commerce, un blog: perciò farle attuare da un professionista è sicuramente la cosa migliore, se si vuole investire nella rete.

Condividi l'articolo con chi vuoi tu...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Tag:,

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close